Newsletter

Ricevi i nostri annunci via mail!

A sostegno

SPAZIO OFFERTO DA :

Adottati

Curvolo ora Zagor ha trovato casa

Curvolo ora Zagor

Era l’ottobre del 2011. Rosanna trova per la strada, quasi esanime, “Curvolo”. Il canetto randagio grondava sangue, era pieno di buchi e con i bigattini che gli mangiavano la carne ferita e lacerata.

Non esita un secondo a caricarlo in auto e a correre verso la clinica veterinaria.

Curvolo, così lo aveva chiamato Rosanna, da quando gli portava da mangiare tutti i giorni su quella curva di una strada di campagna alla periferia di Roma. E li lo aveva lasciato per lunghissimi e gelidi inverni e per estati torride. Ogni giorno giurava a se stessa che avrebbe dovuto trovare una casa per lui, ma, pensava, chi avrebbe mai preso un randagetto così “anonimo”?

Rosanna si sbagliava e il senso di colpa fu enorme. Era anche colpa sua se Curvolo era stato letteralmente sbranato da un branco di cani e adesso si trovava tra la vita e la morte.

Curvolo si salvò e Rosanna curò le sue ferite per un lungo mese fatto di medicazioni e di antibiotici.

Le spese per le cure furono coperte grazie ad una gara di solidarietà fatta partire dalla sede LAV di Roma. Il caso commosse mezza Italia e tante donazioni arrivarono.

ALFA sarebbe nata qualche mese dopo ma la storia dei suoi volontari viene da lontano, molto lontano.  

L’errore più grande che la volontaria aveva compiuto era quello di credere che quel canetto fosse un “randagetto anonimo”. Curvolo è speciale, è straordinariamente buono, intelligente e empatico.

Per questo si meritava di trovare un compagno di vita altrettanto speciale: Sandra.

Sandra gli ha restituito la dignità di una vita fatta di condivisione e di affetto e di questo non smetteremo mai di ringraziarla.  Curvolo oggi si chiama “Zagor”. Vive vicino al mare, fa passeggiate sulla spiaggia, in campagna e la sua cuccia adesso è il divano di casa.

Buona vita ad entrambi!

 

25 feb. 13

Donazioni

Sostieni l'associazione Alfa!